24 September 2006

Prime righe...

Arrivati a Delhi siamo rimasti sommersi dall"India come ci aspettavamo....Ci sono piu' di 30 gradi , l'aria e' molto pesante per l'afa e le prime ore rimani allucinato da quello che vedi.Basterebbe solo il traffico a far uscire di cervello chiunque, non tanto per la quantita' di macchine ma per il loro modo di guidare.Siamo stati scaraventati nell'ufficio statale per il turismo nel quale ci siamo trovati un po' in difficolta' perche' non sapevamo dove dormire..Era un po' tardi e tutti gli hotel erano prenotati perche' in citta'era in corso un festival o qualcosa del genere.Ci hanno proposto un tour di 15 giorni del Rajastan(la zone ad ovest di Delhi) col quale avremmo anche risolto il problema della notte del 19(non eravamo esattamente allettati all' idea di dormire alla stazione di Delhi la prima notte).
E' stata una sensazione bruttissima perche' appena arrivati non fa piacere sentirsi con le spalle al muro senza avere altre opportunita'.
Come al solito abbiamo un culo della madonna e ci siamo ritrovati ad una cifra ridicola con una guida stupenda che si chiama Sandeep che ci sta insegnando un sacco di cose che ci saranno stra utili per il resto del viaggio..Stiamo girando da tre giorni per questa regione che ci avevano detto essere stra turistica.In realta' abbiamo visto (e basta)solo altri 4 turisti..
Posti da paura, in mezzo a paesaggi simil desertici pieni di mucche in mezzo alla strada, capre, cammelli alti 2 metri e mezzo e scimme in pieno centro a Dehli...Roba da pazzi.
La cosa che stupisce ancora piu' dei paesaggi, del traffico e degli animali(che gia' basterebbe)e' la gente.A parte Sandeep che ci sta trattando da veri amici con migliaia di suggerimenti, racconti etc..la gente e' incredibile.Non avevo mai visto donne e bambini cosi' belli.Sono di una bellezza davvero disarmante senza contare i loro meravigliosi vestiti.Vedi situazioni di poverta' allucinante, bambini sudici e secchi da far paura, ciuchi che muoiono di fame nel pieno centro di un paese, gente che ha poco piu' di una camicia ma non ho mai visto tanti sorrisi sinceri(almeno sembra) in vita mia.
Quando sono stato in Tunisia la gente ti chiamava e salutava per portarti in un negozio o per venderti qualcosa, infatti inizialmente qui ero molto diffidente.Solo una persona ci ha fatto entrare nel suo negozio di stoffe, davvero meravigliose, ma non ha fatto la minima pressione su di noi.
Appena un bambino qualsiasi ti vede ti saluta, che tu sia in macchina o che tu stia camminando per strada e non vogliono assolutamente niente da te.Solo un gruppetto di bambini vicini ad un tempio nel quale abbiamo assistito al rituale serale di preghiera per una divinita' indu' ha avuto il coraggio di chiederci delle penne o dei dolcetti, mai soldi..
Se cammini per strada e ti fermi un attimo c'e' subito qualcuno che si avvicina per chiederti come ti chiami da dove vieni e cosa fai nella vita.So che potrebbe sembrare banale ma non lo e'.In ogni caso fa effetto vedere persone cosi' serene.Se vedi persone che non ti sorridono alla prima poco dopo che gli parli inizieranno a farlo.Sandeep ci trova situazioni piu' che decorose ma non ci toglie il piacere di vivere situazioni particolari.
In pratica come dicevo abbiamo avuto un culo della madonna perche' siamo introdotti alle cose indiane con un tramite perfetto con il risultato che le capiamo prima e senza le naturali difficolta' incontreremmo da soli..
E' una condizione ideale perche' non siamo nella tipica ambientazione turistica dove non puoi fare niente di quello che vuoi ne' siamo allo sbaraglio.
Abbiamo visitato varie cittadine e le case che signorotti di un secolo o due fa si erano fatti costruire.Tutte completamente dipinte, adesso quasi completamente stinte dal tempo adesso sono abitate dai discendenti che non sembra se la passino particolarmente bene.Tra un paese e l'altro ci sono km e km di strade strette e sabbiosa ai lati sulle quali corrono come pazzi auto e camion evitando carrette trainate da muli o da cammelli
, mucche capre ed esseri umani e scambiandosi su pochi metri di strada ad una velocita' incredibile.Spesso i camion sono pieni gente anche sopra il loro tetto e le jeep trrasportano persone appese agli sportelli laterali o al portellone posteriore.Si sente rumore di clacson in continuazione ed e' ritenuta una forma di cortesia per avvisare le altre auto e i pedoni del tuo passaggio, sul retro di ogni autobus c'e' scritto "horn please".Non appena passi da un piccolo centro abitato hai difficolta' a sentire il rumore della macchina a causa dei clacson che suonano a ripetizione...dopo poco ci si abitua.
Oggi abbiamo visitato oltre alle solita case nei paesini anche un vecchio castello enorme nel quale viveva il maraja con 365 mogli.IL cortile era fatto con il marmo di carrara, i lampadari con i vetri di murano e i pavimenti con le ceramiche di Caltagirone.Splendido.
Piu' tardi siamo stati al tempio dei ratti, un tempio nel quale vivono migliaia e migliaia di ratti.E' un animale sacro e ci sono moltissime persone che si prendono cura di loro, Si dice che chi avvista il topo bianco(ce ne sono davvero pochi) avra' fortuna e naturalmente appena entrati ce lo siamo trovato davanti:il solito culo!
Prima di andare a cena sono stato da un parruchiere a tagliarmi i capelli mentre Sandeep si tagliava la barba:fotonico!Peccato che mi sono ripromesso di non tagliarmi la barba senno' avrei provato volentieri col vecchio sistema del rasoio e schiuma.
Adesso sono all'hotel e internet va e viene.Speriamo bene senno' ho scritto un sacco per niente.
Dettaglio non indifferente:la cucina e' favolosa.Elia come al solito non ci chiappa niente, ci sono sapori raffinatissimi e una varieta' incredibile di cose da mangiare anche per i vegetariani.In effetti quaggiu' si mangia praticamente solo il pollo perch' il resto degli animali e' sacro o e' irreperibile e i vegetariani sono tantissimi.Adesso vado a nanna e domani andiamo a Jasailmer che e' una citta' piuttosto grande con un mercato. Mi faro' fare un vestito su misura adatto a queste temperature(con una spesa massima di nemmeno 5 euri dice Sandee) perche' in jeans si suda come bestie e non e' bene andare a giro troppo scoperti.
Appena trovo un'altra situazione comoda riscrivero'...
Boooonaaaaa!!!!

11 comments:

Nicco(figlinese) said...

Nicco (figlinese) said...
Odio dovermi firmare nicco figlinese ma con la miriade di persone che conosci..
comunque qui non stiamo parlanddo di me..stiamo parlando di un grasso grosso tamalito che dovrebbe cominciare ad avere una rispettabile barba e un vestito nuovo di zecca che non lo lasci troppo scoperto pagato meno di 5 euro...! :-)
Invidia, invidia, invidia...ma forse non troppa...il fatto che tu sia lì, che assapori ogni singola cosa, emozione, persona, colore....è già qualcosa..
Leggo che come al solito la fortuna è dalla tua parte...ecchecazzo mi sembra il minimo....questo viaggio deve essere perfetto..e ciò non significa che debba necessariamente andare tutto liscio, niente fatica o roba del genere...deve semplicemente continuare a lasciarti stupito (stupido) ed estasiato come sembri essere adesso....
Adesso vado a venerare il mio mouse e a dipingerlo di bianco...per sentirmi un pò indiano anch'io...
Ciao ciccio indiano

alele said...

Grande Rocchino(si, lo so che è un controsenso...), non hai idea di quanto siamo contenti (e invidiosi) per tutto quello che stai passando...
Tienici aggiornati e scatta una caterva di foto!!!!

(Dott.ssa) Ele: Ieri Ale mi ha organizzato una super festa a sorpresa per la laurea...si è sentita la tua mancanza! Abbiamo parlato un sacco di te...Loffino manca poco si metteva a piangere!!

Ale: Oh 104 giccio.....

lapo said...

Aspettavo racconti...ma ora che hai scritto su tutto non leggerò più il tuo stupido blog...
Non sai quanto ti invidio ciccio.

scrivi scrivi e portaci con te in viaggio !

Anonymous said...

rocchino amor mio...sei arrivato..uff menomale che ansia...a quanto vedo per ora va tutto alla grande ricordati che il tuo piccolo loff ti pensa sempre ogni giorno ogni ora ogni minuto ogni secondo...mi raccomando stai attento e pensa sempre al tuo aodorato loffino p.s se riesci a portarmi un topo bianco anche a me mi fai un favore un pò di fortuna mi servirebbe..secondo probabilemte leggerai questo messaggio due volte è che non so se riesco a metterlo sul blog

nikopol said...

rocco e loff, potevate almeno dirmelo che stavate insieme...
ciao, buon proseguimento!!!

Anonymous said...

bello...racconta...racconta appena puoi!!!
cate

Anonymous said...

...semplicemente fantastico tutto cio' che stai vivendo...continua a sorprendermi con la tua magia....Ali

Anonymous said...

Maledetto. Io i tre topi bianchi di Karni Mata non li ho visti (e ti giuro che li ho cercati ovunque, tra le croste di mangime e le ciotole di latte).. Sarà per questo che io sono davanti ad un computer a lavorare mentre te sei lì?
Ti stringo forte, vale.

Anonymous said...

Ti stai proprio godendo la vita bastardaccio.
Io sono qua nella Grande Mela mi alzo tutti i giorni alle 5.30 e vado a spaccarmi il culo a lavoro mentre tu ti stai godendo panorami bellissimi e vai in cerca di tpoi bianchi...
Sono super contento per te.
Un po' ti ividio ma non troppo...Ti aspetto qua al più presto.
Viva il Valeriano!!!!!

Kelenvor said...

Non sai quanto mi sia dispiacuto mancare alla tua festa...
Perdona la mia assenza sai bene che è dovuta non alla mia volontà.

Sono felice di averti traviato al mondo del Blog in modo che ci potrai raccontare i tuoi giorni e farci sentire così un po' più vicini alla tua anima visto che siamo motlo lontanti dal tuo corpo (per fortuna :) aggiungo)

A presto?

Rocco said...

VVVAALLEERRIIAANNOOOOO!!!!io me la passo alla grande ma ho sentito che anche te non te la cavi malaccio...Stai facendo un sacco di strada, l'ho saputo dall'eminente HERR PINEIDER..
Bella vita nella grande mela, non dubitare capitera' che io passi a trovarti.Da Goa talvolta partono canoe di bambu' con destinazione NY chissa' che non mi ritrovi sopra.ti scrivero' con calma.
Abbraccione
Valeriano-ji(onorevole Valeriano in Hindi)